Riduzione Del Capezzolo In Turchia

alla Queen Clinic di Istanbul specialisti odontoiatri di spicco.

Leadership Valutata

Eccezionale

Eccellente

trustpilot

Leadership rated

Outstanding

5 out of five star rating on Trustpilot

Risultati sorprendenti

Ho fatto una addominoplastica 3 mesi fa e sono molto soddisfatta dei risultati. Avevo molta pelle flaccida e smagliature da gravidanza e parto, e l’addominoplastica ha rimosso tutto questo e mi ha dato un addome piatto e tonico. Mi sento molto più sicura del mio corpo ora.

Ortensia Vaccarino, 20 ore fa

5 out of five star rating on Trustpilot

Sono molto felice

Sono molto felice di condividere la mia esperienza presso Queen Clinic a Istanbul. Sono venuto dall’Italia per sottopormi a una liposuzione e non potrei essere più soddisfatto dei risultati.

Olga Torelli, 4 giorni fa

5 out of five star rating on Trustpilot

Molto soddisfatto dei risultati

Ho fatto degli impianti dentali 6 mesi fa e sono molto soddisfatto dei risultati. Avevo perso alcuni denti a causa della malattia gengivale e gli impianti dentali hanno ristabilito il mio sorriso. Mi sento molto più sicuro ora quando sorrido.

Gerardo Auletta, 6 giorni fa

5 out of five star rating on Trustpilot

Sono più fiducioso

Sono molto soddisfatto dei risultati del mio trapianto di capelli. Stavo perdendo i capelli da molti anni e stava iniziando a influire sulla mia autostima. Ho fatto delle ricerche e ho trovato un chirurgo di fiducia che ha eseguito la procedura. L’intervento è stato rapido e indolore, e il recupero è stato relativamente facile.

Aquilino Presti, 9 giorni fa

Rated 4.8 / 5 • 361 recensioni

Mostrando le nostre ultime recensioni

Le Ultime Tecnologie

Sfruttando i progressi più avanzati, offriamo ai nostri pazienti i vantaggi di diagnosi, trattamenti e soluzioni all’avanguardia.

Medici Leader Nel Settore

Abbiamo invitato a lavorare con noi solo i migliori e più esperti consulenti e medici della Albania. Un impegno costante verso l’eccellenza.

Consultazione Online Gratuita

Non ci vuole assolutamente nulla per ottenere un consulto gratuito online dai migliori medici del mondo. Abbiamo reso questo processo molto semplice e gratuito per tutti, per sempre.

Affidabile In Tutto Il Mondo

Ogni anno aiutiamo più di 4000 pazienti provenienti da paesi come Stati Uniti, Italia, Inghilterra, Francia, Germania, Spagna, ecc. a migliorare la loro salute e il loro aspetto.

Riduzione Del Capezzolo In Sintesi

Numero Di Sessioni

1

Tempo Dell’operazione

30-60 min

Persistenza Dei Risultati

A vita

Ricovero Ospedaliero

1 giorno

Tempo Di Sensibilità

3 settimane

Tempo Di Ritorno Al Lavoro

3 settimane

Anestesia

Anestesia Generale

Stagione

Ogni Stagione

Contattaci

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Prima E Dopo La Riduzione Del Capezzolo In Turchia

Riduzione Del Capezzolo Turchia – Chirurgia Estetica Istanbul

Alla Queen Clinic, con sede a Istanbul, in Turchia, effettuiamo interventi di riduzione dei capezzoli con chirurghi professionisti qualificati. La caduta dei capezzoli può causare problemi estetici alle donne ed essere la causa di diversi problemi funzionali e disturbi psicologici. Con la riduzione dei capezzoli in Turchia, che offre risultati duraturi in breve tempo, è possibile evitare problemi psicologici.

Che cos’è la riduzione del capezzolo?

La riduzione dei capezzoli, altrimenti nota come intervento di correzione dei capezzoli, è una procedura estetica semplice il cui obiettivo è la riduzione del volume e la modifica della forma di uno o entrambi i capezzoli o dell’areola. I problemi più comunemente combattuti sono il “capezzolo invertito” e il “capezzolo gonfio”.

La riduzione del capezzolo può aiutare a ridurre la larghezza e l’altezza del capezzolo, a rimodellare il capezzolo in modo più conveniente, a trattare il volume e a modellare le asimmetrie dell’areola adiacente. L’intero intervento ha la capacità di mantenere la sensazione e ha come obiettivo principale il ripristino di un aspetto del torace più gradevole ed equilibrato.

La correzione dei capezzoli può essere eseguita da sola con la somministrazione di anestesia locale o combinata con altre procedure con la somministrazione di anestesia generale, tra cui il lifting del seno, la riduzione del seno, l’aumento del seno o il mommy makeover.

Durante la consultazione iniziale con uno dei nostri chirurghi esperti, sarete in grado di rendere note le vostre preoccupazioni estetiche e di rivedere le varie alternative chirurgiche a voi accessibili.

Nonostante le vostre esigenze, la Queen Clinic è qui per offrirvi i migliori chirurghi del seno e i metodi per il vostro trattamento nella migliore struttura disponibile per realizzare il vostro desiderio di estetica e di un capezzolo più equilibrato.

Perché le persone la fanno?

I vantaggi dell’intervento di riduzione dei capezzoli non sono solo estetici, ma anche psicologici:

  • Intervento rapido, semplice ed efficace della durata di 45 minuti
  • Riduzione duratura dell’areola ingrossata o dei capezzoli “gonfi”.
  • Ricontrollo di capezzoli di forma irregolare, ovvero capezzoli sporgenti e capezzoli invertiti
  • Ripristino di misure proporzionate di areola e capezzolo
  • Riduzione dello scarso senso di valore quando si indossano abiti aderenti o costumi da bagno
  • Miglioramento del senso di benessere emotivo

Chi è adatto?

La Queen Clinic considera idonei alla procedura i pazienti che soddisfano tutti i seguenti punti:

  • Siete in buone condizioni di salute fisica e psicologica
  • Il vostro IMC (indice di massa corporea) è ideale
  • Avete aspettative realistiche su ciò che si può o non si può ottenere con l’intervento chirurgico e avete una prospettiva positiva
  • Siete alla ricerca di un modo per ridurre le dimensioni dei capezzoli o dell’areola
  • Si sta cercando un modo per rimodellare il capezzolo o l’areola
  • Siete alla ricerca di un modo per ripristinare le giuste proporzioni della vostra regione toracica
  • Siete alla ricerca di un’alternativa efficace, in grado di fornire risultati duraturi.

Riduzione dei capezzoli nelle donne

Ricerche condotte negli ultimi anni hanno dimostrato che solo in Europa una donna su dieci soffre di condizioni e deformità legate ai capezzoli, che sono ingrossati o irregolari e spesso sporgono attraverso i vestiti. Ciò può provocare irritazione, disagio e dolore ed è generalmente riconosciuto come “capezzolo del corridore”. Anche la perdita e l’aumento di peso possono avere un forte impatto sulle dimensioni e sull’aspetto dei capezzoli.

Numerose donne decidono di sottoporsi all’intervento in seguito alle alterazioni del seno e del capezzolo durante la gravidanza o l’allattamento. La gravidanza modifica semplicemente il seno e spesso allunga l’areola, lasciando un capezzolo più grande di prima. Anche l’allattamento al seno può causare cambiamenti indesiderati al capezzolo. Entrambe le condizioni, tuttavia, possono essere facilmente risolte con un intervento di riduzione del capezzolo.

Le areole, o in altre parole la pelle scura intorno al capezzolo, sono spesso troppo grandi o non corrispondono, sia dall’inizio della pubertà sia come risultato di un precedente intervento chirurgico.

Riduzione dei capezzoli negli uomini

Un gran numero di persone è affetto da una condizione medica nota come “capezzolo gonfio” (parte della condizione è la Ginecomastia, o seno maschile ingrossato) che deriva dal tessuto mammario extra o dalle ghiandole mammarie ingrossate sotto l’areola/capezzolo, che spostano il capezzolo in direzione esterna, a forma di cono. Questo può ovviamente avere un impatto sul livello di autoconsapevolezza, in particolare quando si indossano magliette semitrasparenti, quando si praticano attività che richiedono un petto nudo o quando si nuota. 

I dati dimostrano che fino al 60% dei maschi di tutto il mondo, e circa il 30-60% degli adolescenti, sperimenterà la ginecomastia a un certo punto della propria vita. Sebbene sia più frequente per gli adolescenti di età compresa tra i 13 e i 17 anni e per gli uomini adulti di età superiore ai 60 anni, va notato che anche le variazioni di peso possono avere un impatto sul capezzolo. Numerosi uomini decidono di sottoporsi all’intervento per sentirsi più sicuri della propria pelle e del proprio aspetto fisico e, in ultima analisi, per avere un incoraggiamento psicologico.

Cosa aspettarsi

La consultazione

Il primo passo dell’intervento di riduzione del capezzolo è l’incontro della paziente con il chirurgo che riteniamo migliore per la conduzione dell’intervento, per un consulto. Durante questa consultazione, avrete la possibilità di discutere con il vostro chirurgo le vostre aspettative e di avere una discussione approfondita su ciò che è o non è possibile ottenere, in base alla vostra anatomia esistente.

Vi verranno illustrate le alternative a voi accessibili e quale di queste è la più favorevole per voi in base alle vostre ambizioni precedentemente dichiarate. Una volta stabilito ciò, verranno effettuate alcune misurazioni chiave e verranno scattate fotografie cliniche standard.

Infine, si terrà una discussione dettagliata sui rischi e le complicazioni dell’intervento, insieme a una discussione su cosa aspettarsi durante la fase post-operatoria e di recupero. Verrà inoltre annotata l’anamnesi o la storia clinica precedente, come farmaci, operazioni precedenti, allergie, ecc. e verrà valutata la vostra idoneità all’intervento.

Se il chirurgo vi dichiara idonei all’intervento, sarete invitati a riflettere se intendete procedere con l’intervento o richiedere un periodo di “riflessione” di due settimane.

Durante questo periodo sarete più che benvenuti a tornare nel nostro studio per discutere con il chirurgo del vostro possibile intervento, tutte le volte che lo vorrete.

Prima della procedura

Una volta deciso di sottoporsi all’intervento, il giorno in cui si arriverà alla Queen Clinic, dopo la consultazione finale, sarà il giorno in cui ci si sottoporrà alla procedura. Prima del ricovero, si consigliano/richiedono le seguenti modifiche comportamentali:

  • Nelle 6 settimane prima dell’intervento è necessario smettere di fumare, poiché le persone che fumano hanno un rischio maggiore di guarire più lentamente e di avere complicazioni.
  • Interruzione dell’assunzione di Aspirina o di qualsiasi farmaco che ne contenga, nella settimana precedente l’intervento
  • Interruzione del consumo di cibo o di qualsiasi bevanda, ad eccezione di piccoli sorsi di liquidi chiari come acqua liscia, tè nero o caffè nero, consentiti per circa 2 ore prima del ricovero. Il consumo deve essere interrotto 6 ore prima dell’intervento.

Il giorno dell’intervento

Il giorno dell’intervento, dovrete presentarvi per il ricovero un’ora prima dell’orario di inizio della procedura. A questo punto, un’infermiera verrà da voi per registrare la pressione arteriosa e prendere tutti i parametri vitali pertinenti, e vi incontrerete con l’anestesista e il chirurgo, che saranno quelli che effettueranno le correzioni finali.

L’intervento viene eseguito in anestesia locale e dura circa un’ora. Le tecniche e le incisioni utilizzate dipendono interamente dalla tecnica utilizzata.

Recupero dal trattamento

Anche se non si dovrebbe avvertire alcun dolore durante l’intervento stesso, è possibile che se ne avverta un po’ per un paio di giorni o settimane dopo. Se necessario, vi verranno somministrati degli antidolorifici.

Dopo l’intervento, potrete riprendervi nelle nostre sale di recupero ambulatoriali per circa due o tre ore, a seconda dell’entità dell’intervento. Una volta che la nostra squadra ritiene che la convalescenza iniziale sia completa e che siate sicuri di tornare a casa, avrete il permesso di lasciare la clinica accompagnati da un familiare o da un amico.

Una volta arrivati a casa, avrete accesso al nostro personale infermieristico dedicato in qualsiasi momento del giorno e della notte, ogni singolo giorno. L’équipe di specialisti dedicati si concentra sul controllo del dolore e del disagio e sarà al vostro fianco per qualsiasi richiesta o domanda nell’immediato post-operatorio.

Vi consigliamo di tornare a trovare il nostro team infermieristico una settimana dopo l’intervento per assicurarvi che le incisioni siano ancora intatte. A questo punto, consigliamo anche di incontrare una delle nostre estetiste in loco per parlare del trattamento che state seguendo per favorire il processo di guarigione e cicatrizzazione.

L’ultima richiesta è di tornare dal chirurgo dopo 6-8 settimane per un controllo finale.

Domande Frequenti

Fate Una Domanda

Tre sono le principali patologie del capezzolo e dell’areola che vengono trattate con la chirurgia del capezzolo:

  • Riduzione del capezzolo – condotta per ridurre l’ampiezza e l’altezza del capezzolo mantenendo la sua sensazione e può essere abbastanza efficace per alleviare l’imbarazzo legato a questa condizione. Può essere eseguita con la somministrazione di anestesia locale e il trattamento e la riabilitazione sono semplici e diretti.
  • Riduzione dell’areola: è una procedura diretta e rapida che elimina l’area marrone in più che circonda il capezzolo. Le piccole riduzioni lasciano una cicatrice nascosta intorno alla base del capezzolo. Le grandi riduzioni, invece, possono lasciare una cicatrice intorno al bordo esterno dell’areola. Entrambe le tecniche possono essere eseguite in anestesia locale.
  • Inversione del capezzolo: si verifica quando il capezzolo è piatto o invertito verso il corpo anziché sporgere in modo naturale. Questa condizione medica può essere congenita, ma in alcuni casi può svilupparsi molto più tardi nella vita. Si tratta in particolare di un’altra procedura immediata e non complicata che può essere condotta in anestesia locale, anche se diversi gradi di capezzoli invertiti richiedono un intervento chirurgico diverso.

Ognuna di queste procedure chirurgiche è semplice e può essere eseguita da sola, con l’uso di un anestetico locale o come parte di un intervento al seno più complicato.

La chirurgia di riduzione dell’areola implica che l’intervento di riduzione del capezzolo è associato, chiaramente, alla modifica del volume o della forma dell’area dell’areola che circonda il capezzolo.

Il termine areola si riferisce all’area di pelle scura che circonda il capezzolo. Se notate o sentite che questa regione è troppo grande, potreste essere un candidato adatto alla chirurgia di riduzione dell’areola.

L’intervento di riduzione dell’areola consiste nell’asportazione di una regione circolare dell’area marrone esterna dell’areola per ridurre le dimensioni.

L’intervento di riduzione dell’areola viene generalmente eseguito con la somministrazione di un’anestesia locale e dura fino a un’ora. In casi molto rari si può ricorrere all’anestesia generale.

L’aspetto e le dimensioni dei capezzoli possono cambiare spesso a causa dell’aumento di peso, della perdita di peso o della gravidanza, ma possono anche essere un effetto della genetica o di squilibri ormonali. Anche condizioni mediche come la ginecomastia possono essere la causa di capezzoli che appaiono sovradimensionati rispetto al resto del torace.

 

Si noterà un miglioramento immediato e osservabile non appena i punti di sutura verranno rimossi nei giorni successivi all’intervento.

Potrete vedere i risultati finali e la forma dell’areola e del capezzolo entro circa 2 o 3 mesi dall’intervento, non appena l’areola avrà assunto la sua nuova forma e la cicatrice si sarà dissolta.

Sì, i risultati della riduzione dei capezzoli sono permanenti.

L’intervento di riduzione del capezzolo non è di per sé doloroso e, anche se si avverte un qualche tipo di fastidio o dolore, può essere facilmente gestito con antidolorifici da banco, tra cui ibuprofene o paracetamolo.

Dopo l’intervento, per almeno una settimana, sarà necessaria una medicazione protettiva. Questa può essere facilmente nascosta con l’uso di abiti larghi. Potrebbe anche essere necessario rimuovere i punti di sutura dopo una settimana o 10 giorni.

L’esercizio fisico, anche la camminata veloce, deve essere completamente evitato. Ciò nonostante, non si prova un dolore enorme e si dovrebbe essere in grado di lavorare da casa il giorno successivo.

Il lavoro regolare dipende esclusivamente dai problemi di viaggio e dal grado di fisicità. Potrebbe essere necessaria una settimana di assenza dal lavoro dopo un intervento di riduzione dell’areola o del capezzolo, forse anche un po’ di più se il vostro lavoro richiede qualcosa di fisico.

Attività più estreme, come il sollevamento di carichi pesanti o l’esercizio fisico intenso, devono essere evitate per circa 6 settimane dopo l’intervento.

Potrete tornare alla routine regolare e all’esercizio fisico dopo quattro settimane dall’intervento.

Il recupero da un intervento di riduzione del capezzolo è abbastanza rapido e non ha tempi di inattività, il che significa che sarete in grado di tornare alla normale routine molto presto.

Potreste soffrire di un po’ di gonfiore e di lividi nella regione operata, che tuttavia si dissolveranno in pochi giorni.

I nostri chirurghi utilizzano punti di sutura molto sottili che si dissolvono da soli nel corso di una settimana circa. Va notato che questo intervento non è doloroso e il dolore è facilmente gestibile con antidolorifici da banco, come farmaci antinfiammatori o semplicemente paracetamolo.

Durante il processo di recupero e di guarigione, dovreste essere in grado di tornare alle vostre normali attività quotidiane già un paio di giorni dopo l’intervento, a seconda della vostra tolleranza al gonfiore. Il nostro consiglio è di evitare qualsiasi esercizio fisico che implichi molta energia o sforzo, per almeno 4 settimane dopo l’intervento. Per le donne, si consiglia di indossare un buon reggiseno di sostegno per le settimane successive all’intervento. 

Un capezzolo invertito è definito come un capezzolo o un’areola che crea un monticello invertito che punta verso l’interno o ha un aspetto piatto rispetto alla normale curva del torace. I capezzoli invertiti possono essere presenti in un seno o in entrambi e possono verificarsi sia nelle donne che negli uomini.

I capezzoli invertiti sono generalmente classificati in tre gradi:

  • Grado 1: il capezzolo invertito reagisce alla stimolazione e può essere tirato molto rapidamente e facilmente verso l’esterno.
  • Grado 2: il capezzolo invertito può ancora essere tirato verso l’esterno, ma ritorna altrettanto rapidamente alla sua forma originale.
  • Grado 3: il capezzolo invertito non può essere tirato verso l’esterno in alcun modo.

È ovvio che la riduzione del capezzolo invertito è particolarmente necessaria nei casi di grado 2 o 3. La causa dei capezzoli invertiti può essere principalmente genetica, ma esiste comunque una vasta gamma di elementi esterni come l’allattamento, i traumi, l’età o le lesioni.

Il trattamento più efficace per i capezzoli invertiti è l’intervento chirurgico di riduzione dei capezzoli invertiti, che dura poco meno di un’ora e viene eseguito in anestesia locale.

it_ITIT